matrimonio civile

Come organizzare un matrimonio con rito civile? E le unioni civili gay necessitano di documentazione diversa? Quali location possono ospitare un matrimonio civile?

Organizzare un matrimonio civile può sembrare più semplice di un rito tradizionale, perché spesso si decide semplicemente di sposarsi in comune, invitando pochi intimi.

Ma se invece gli sposi volessero qualcosa di più importante e particolare? Ecco alcune idee per un matrimonio civile splendido ed indimenticabile.

Scegli una location particolare per matrimonio civile

location per matrimonio civile

Oggi moltissime location possono diventare lo scenario perfetto per un matrimonio o un’unione civile.

Prima però di prenotare per il fatidico giorno, sarà indispensabile informarsi con i gestori della location scelta se sia autorizzata dal Comune ad ospitare una cerimonia di matrimonio con rito civile autentico o se sia possibile replicare la cerimonia con rito simbolico.

L’articolo 106 del Codice Civile prevede che il rito debba essere celebrato nella Casa Comunale dal Sindaco o da un delegato. L’articolo 109 e l’articolo 110 del codice civile invece stabiliscono quando questa celebrazione possa avvenire in un Comune diverso dalla richiesta di pubblicazione e che la celebrazione possa avvenire fuori dalla casa comunale, per motivi eccezionali.

Da un caso raro e con specifiche motivazioni, questa particolare disposizione è man mano diventata una prassi comune, con la proliferazione di “sedi comunali aggiunte” in luoghi esteticamente rilevanti e particolarmente scenografici, compresi luoghi aperti.

Se la location che avete scelto ha l’autorizzazione per essere Casa Comunale, allora potrete celebrare le nozze senza alcun problema.

Ad oggi è possibile solennizzare una cerimonia civile in luoghi bellissimi, dall’importante rilevanza storica, culturale o turistica: castelli, palazzi storici, parchi e persino chiese sconsacrate.

Potrete decidere di sposarvi organizzando anche un matrimonio civile all’aperto, o in un’antica villa, o, più tradizionalmente, nei Palazzi Comunali adibiti all’evento.

TROVA LA LOCATION PER MATRIMONIO CIVILE

SCOPRI

Documenti necessari per celebrare un matrimonio civile

Per organizzare al meglio un matrimonio civile, bisognerà innanzitutto muoversi per tempo. Le tempistiche sono minimo due mesi prima della data fissata per le nozze, ma l’ideale sarebbe almeno sei mesi prima.

Recatevi all’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza di uno dei due futuri sposi (se non risiedete già nello stesso) e richiedete i documenti necessari per il nulla osta, presentando un’autocertificazione con la richiesta di sposarvi.

Vi verranno rilasciati i seguenti documenti:

  • Atto di nascita
  • Certificato contestuale contenente i dati relativi alla residenza, stato civile e cittadinanza.
  • Se uno dei due futuri sposi è divorziato, dovrete aggiungere alla documentazione anche la sentenza di divorzio, mentre per i vedovi sarà necessario l’atto di morte del coniuge defunto.
  • Nel caso in cui uno dei due futuri coniugi sia straniero, servirà anche il nulla osta del Consolato di appartenenza con la relativa autorizzazione della Prefettura.

Una volta fatta la richiesta e ottenuta la documentazione, gli addetti comunali provvederanno a ricontattare la coppia per fissare la data del giuramento di matrimonio.

Dopo la promessa matrimoniale, verranno esposte per 8 giorni le Pubblicazioni, affisse alla Porta della Casa Comunale dei rispettivi comuni di residenza, con le generalità dei promessi sposi e il luogo di celebrazione delle nozze.

La legge prevede l’affissione delle Pubblicazioni perché sia resa nota l’intenzione dei fidanzati di sposarsi, affinché, nel caso di impedimenti, chiunque possa opporsi alla celebrazione del matrimonio.

Trascorsi 4 giorni dopo il termine delle Pubblicazioni, l’Ufficiale di Stato Civile rilascia il nulla osta: entro 180 giorni da quella data, dovranno celebrarsi le nozze.

Unione civile e matrimonio: come fare

unione civile e matrimonio

La legge Cirinnà del 20 maggio 2016 n. 76 ha introdotto nell’ordinamento italiano l’istituto dell’unione civile tra persone dello stesso sesso.

La coppia deve essere formata da due maggiorenni dello stesso sesso e può scegliere in quale Comune svolgere la cerimonia, indipendentemente dalla residenza.

Ogni Comune normalmente presenta, all’interno del proprio sito, una pagina dedicata alla spiegazione della procedura per richiedere un’Unione civile e alla documentazione necessaria.

Per i cittadini italiani non occorre produrre alcuna documentazione, sarà acquisita dagli addetti comunali.

Per gli stranieri invece, sarà necessario produrre un nulla osta rilasciato dalla propria Ambasciata che dichiari che non risulta alcun impedimento all’unione civile, oltre a riportare le generalità complete.

Anche in questo caso il celebrante sarà il Sindaco o un delegato: la cerimonia consisterà in una dichiarazione personale e congiunta della coppia di fronte all’Ufficiale di Stato, alla presenza di due testimoni, nella Casa Comunale o nelle sedi comunali aggiunte.

Chi può celebrare un matrimonio civile

Oltre al Sindaco, la legge prevede che un rito civile possa essere celebrato anche da dei delegati “officiante”: in questo caso, oltre ad assessori o consiglieri comunali, possono essere ricevere la delega anche semplici cittadini italiani che abbiano i requisiti per la elezione a consigliere.

Questo all’atto pratico cosa implica? Sostanzialmente che, chiunque, se in possesso dei requisiti necessari, può celebrare le vostre nozze con rito civile.
Dovrà semplicemente essere maggiorenne, cittadino italiano e godere dei diritti civili e politici.

Quindi, se la cosa vi fa piacere, potrete chiedere ad un amico, o un parente, di occuparsi di officiare il vostro matrimonio civile.

Come vestirsi per un matrimonio civile

matrimonio civile come vestirsi

Vestirsi per un matrimonio civile non ha niente di diverso dalle modalità con cui scegliereste il dress code per un matrimonio in chiesa. L’unica discriminante, se vogliamo proprio trovarne, sarà una maggiore libertà.

  • Dress code per la sposa

Oltre al classico abito da sposa bianco o nei toni dell’avorio, la sposa potrebbe decidere di infrangere la tradizione e vestire un semplice abito nei toni pastello, o un tailleur chiaro, gonna o pantaloni, a voi la scelta.

Da non trascurare l’acconciatura e il trucco, che dovranno far risaltare il viso della sposa. Scegliete delle pettinature classiche, senza restare troppo seriose, ma non esagerate nemmeno nelle stramberie.

Anche il trucco dovrà essere curassimo ma il più naturale possibile: vi aspetta una lunga giornata, spesso in stagioni calde; sarebbe poco saggio usare un make up troppo aggressivo che non durerebbe la giornata e sopratutto sarebbe sempre meno confortevole col passare delle ore.

Osate magari con gli accessori: gioielli, scarpe e bouquet potranno essere bizzarri o eccentrici, se volete distinguervi dalla tradizione.

  • Outfit per lo sposo

Anche per lo sposo, la scelta di come vestirsi verte tra la tradizionale eleganza da cerimonia nuziale e una scelta meno classica.

Smoking, frac o abito con panciotto, resteranno nel solco della tradizione, mentre abiti spezzati o anche completi casual con coordinati pantalone e gilet senza giacca, saranno scelte più inusuali.

Papillon, cravatta o nulla? Non ci sono dettami fissi, ma sarebbe meglio decidere una linea stilistica ed attenersi a quella.

Così come per la sposa, anche lo sposo potrà dare un pizzico di stramberia al suo look con degli accessori: gemelli, fermacravatta, scarpe… ognuno di questi particolari potrebbe diventare la chiave di volta dell’abbigliamento scelto.

  • Come devono vestirsi gli invitati

Gli invitati alla cerimonia dovranno ispirarsi all’evento per la scelta dell’abbigliamento.

In alcuni casi gli inviti stessi presentano un dress code specifico: per i matrimoni in stile anni ’50 o a tema, ovviamente la scelta è obbligata.

Per i semplici matrimoni o unioni civili, cercate di capire che tipo di cerimonia sarà: formale, molto libera e magari all’aperto? In base all’evento, dovrete adeguare il vostro outfit.

Sono look passe-partout abiti da cocktail o tailleur per le signore e completi o spezzati con o senza cravatta per i signori.

Scordatevi sneakers o scarpe troppo casual, si tratta comunque di un matrimonio!

Frasi e poesie per matrimonio civile

In un rito civile, spesso le formalità sono meno rigide, ed è probabile che vi si chieda di dire qualcosa agli sposi, per augurare loro il meglio in questa giornata speciale.

Se non sapete proprio come cavarvela di fronte ad un pubblico, ecco qualche aforisma perfetto per l’occasione:

Quando l’amore vi chiama seguitelo,
e quando le sue ali vi avvolgono affidatevi a lui,
e quando vi parla abbiate fede in lui.
(Khalil Gibran)

Due cose ci salvano nella vita: amare e ridere. Se ne avete una va bene. Se le avete tutte e due siete invincibili.
(Tarun Tejpal)

Un matrimonio di successo richiede l’innamorarsi molte volte, sempre con la stessa persona.
(Mignon McLaughlin)

Fai bei sogni. Anzi, fateli insieme. Insieme valgono di più.
(Massimo Gramellini)

 

_Elena Giosmin

image_pdfimage_print

Dove celebrare il matrimonio civile

Se cerchi una location dove celebrare il matrimonio o l’unione civile, segui il link, troverai tante location anche per un matrimonio civile all’aperto! Buona ricerca.

Dove celebrare il matrimonio civile

Ti è piaciuto questo articolo? Condividi o lascia un tuo commento. Grazie 🙂

Mi piace:
Lettori (1 voto) {{ reviewsOverall }} / 10
I voti dei nostri lettori... Lascia il tuo nome e dai un voto cliccando su una delle 10 stelle. Grazie
Ordina per

Sii il primo a lasciare una recensione.

Verificato
/ 10
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Lascia il tuo nome e dai un voto cliccando su una delle 10 stelle. Grazie